Madel: leader nella produzione sostenibile

Lo Sfondo

In un mondo sempre più consapevole delle conseguenze del riscaldamento globale, il dibattito sulla sostenibilità ha assunto un ruolo centrale nella governance aziendale.

In Italia, le iniziative per contrastare i cambiamenti climatici stanno ottenendo tutele politiche crescenti. Insieme agli altri membri delle Nazioni Unite, il paese ha infatti adottato l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, che traccia il percorso da seguire verso un mondo migliore e più vivibile per tutti. Gli obiettivi di sviluppo sostenibile (SDG) sono gli indicatori chiave che ci guideranno verso un futuro più prospero e sostenibile.

Nel piccolo comune di Cotignola, 50 km a est della storica città di Bologna, un’azienda di prodotti per la cura della casa e della persona combatte i cambiamenti climatici con soluzioni innovative, che si riflettono positivamente anche sul suo bilancio.

La sfida

Fondata nel 1977, Madel è un’azienda italiana leader nella produzione di detergenti. Fino a oggi il suo processo produttivo si basava su enormi quantità d’acqua, che veniva utilizzata una sola volta e richiedeva costosi trattamenti prima di tornare nella rete idrica. Anche i consumi elettrici erano molto alti, per via dell’uso intensivo di pompe per l’acqua.

Con l’aiuto di Hitachi, Madel ha deciso di porre fine a questi sprechi e adesso è ai vertici del settore per l’adozione di soluzioni tecnologiche innovative, motivando anche le altre imprese a diventare più sostenibili.

 

La soluzione

Madel si è rivolta a Hitachi per sviluppare una soluzione articolata e completa, che unisse la componente fisica a quella digitale. Il reattore a membrana* depura le acque di lavorazione e rimuove i sottoprodotti dei tensioattivi.

Questo permette all’azienda di fare tre cose:

• riutilizzare le acque depurate per la produzione, riducendo i costi e lo sfruttamento delle risorse;

• migliorare la qualità delle acque reflue in uscita dall’azienda;

• trattenere i sottoprodotti del trattamento e verificare nuovi possibili utilizzi.

*Il Reattore a Membrana combina una membrana per il processo di ultra/microfiltrazione che separa i liquidi dai solidi e dai tensioattivi (olio, grasso e altre materie organiche). Una volta filtrata, l’acqua viene affinata grazie a un processo di osmosi inversa e controllata prima di finire negli scarichi.

Per quanto riguarda il comparto digitale, Hitachi ha introdotto la sua piattaforma cloud H-Vision per migliorare l’impronta energetica di Madel. Attraverso l’Internet delle cose (IoT), H-Vision monitora costantemente l’uso di energia segnalando anomalie, picchi di consumo, situazioni di allarme, incoerenze nel flusso e creando modelli di riferimento. Grazie a questi parametri, è in grado di consigliare gli interventi necessari per migliorare l’efficienza energetica, un aspetto che per Madel si è rivelato molto prezioso.

 

 

Abbinando la piattaforma H-Vision al reattore a membrana, l’azienda ha ottenuto vantaggi sotto il profilo economico e ambientale, riducendo il proprio consumo di acqua ed energia e portando l’Italia più vicina agli obiettivi di sviluppo sostenibile, che contribuiranno a creare un futuro migliore e più prospero per la prossima generazione di italiani.

Cliente: 
Madel
Settore: 
produzione industriale
Regione: 
Italia
Data di pubblicazione: 
February 2020
Prodotti e Servizi: 
gestione energetica con H-Vision
Soluzione di: 
Hitachi Drives & Automation (Italia)